09th Dic2019

Steven Seagal – intervista su Martial Arts Magazine Budo International

La rivista internazionale di Arti Marziali tradizionali, sport da combattimento e autodifesa ha pubblicato il 1° Dicembre un Articolo su Seagal. Edizione Online 394 – Dicembre – 1 parte Anno MMXIX

Download Gratuito

Link ufficiale

08th Gen2017

Intervista a Steven Seagal per Action Movie Magazine

L’ attore di Hong Kong Bryon Mann ci parla di Steven Seagal:

Come hai trovato a lavorare con Steven nel film Belly of the Beast?

Nel corso degli ultimi anni Steven sembra avere acquisito una reputazione “difficile”,lui è un tipo interessante, molto intelligente e non tollera volentieri gli sciocchi.
Lui sa quello che sta facendo, ed è molto consapevole di quello che sta succedendo.
Mi è piaciuto lavorare con lui, ce la siamo cavata abbastanza bene sulla pellicola.
Io rispetto quello che fa e lui era molto rispettoso verso di me, credo inoltre che i nostri personaggi giochino abbastanza bene a vicenda, c’è una bella dinamica tra di noi nel film.

Come è stato lavorare con Ching Siu-tong di nuovo? Lui e Steven hanno raggiunto un compromesso tra i loro stili di azione specifici?

Lo stile di Steven è sempre stato basato sul realismo mentre Ching è molto più orientato sul lato più spettacolare e teatrale delle arti marziali.
Dal filmato che ho visto il film sembra fondere i loro due stili.
E ‘stato un vero privilegio poter lavorare con Ching Siu-Tong e la sua squadra di nuovo in questo film.
Ho avuto un’esperienza positiva nel lavorare con loro in Invincible in Austraila.

Tony il regista sa come ottenere il meglio nel reparto di azione ed è in grado di gestire il lato drammatico delle cose abbastanza bene.
E’ stato interessante vedere Tony e Steven lavorare insieme, hanno stili molto diversi di azione ma anche il loro modo di lavorare.
Tony ha davvero un forte background nelle arti marziali cinesi e sa come farlo sembrare spettacolare sullo schermo, Steven ha un approccio diretto e più realistico.
Penso che le persone stanno credano davvero in quello che è stato messo su schermo.
L’azione del film inizia in modo realistico, Steven ed io siamo agenti della CIA, ma come si sviluppa la storia e certe che cose cominciano ad accadere spiegano perché l’azione durante le scene di arti marziali diventi più sgargiante e spettacolare.
Steven arriva a combattere corpo a corpo, fa uso di calci e partecipa ad un sacco di scontri a fuoco  nel corso del film.